عربي - English - Deutsch - Française - Português - Español - - русский

parla con noi !

Se volete fare qualsiasi domanda sull'Islam...

 come si può convertire all'Islam?

Conoscere i passi di convertirsi all'Islam 

I benefici di Utrujj il cedro

Nella narrazione autentica che segue, si narra che il Profeta (salla Allahu aleii wa sallem) ha detto: Il credente che recita il Corano è paragonabile all’Utrujj: il suo gusto è delizioso e il suo profumo è gradevole.”

Il cedro ha molti benefici. Vi sono 4 elementi in esso: la buccia, il cuore o polpa, la parte fibrosa e il seme. Ciascuno di questi 4 elementi possiede una naturale inclinazione: la buccia, ad esempio, è calda e secca, mentre la polpa è calda e umida; la parte fibrosa del cedro è fredda e secca, mentre il suo seme caldo e secco.

La buccia arreca molti benefici. Ad esempio, se riposta fra gli indumenti previene che ammuffiscano. Il profumo della buccia rinfresca l’aria malsana e inquinata. La buccia dell’Utrujj migliora il gusto di alcuni cibi e disperde i cattivi odori. Inoltre se la buccia viene mescolata con del cibo, aiuta la digestione.

L’autore di Qanun disse: ‘La parte fibrosa della buccia dell’Utrujj arreca beneficio in casi di morso di serpente, se la buccia è adoperata come fasciatura. Le ceneri della buccia possono essere adoperate con unguento efficace contro la lebbra.’

La polpa del cedro allevia il calore dello stomaco, aiuta coloro che soffrono di bile e attenua i vapori caldi. Inoltre, Al-Ghafiqi ha detto: “Cibarsi di polpa (di cedro) allevia le emorroidi.”

L’estratto della parte fibrosa contenuta nel cedro provoca constipazione, riduce la bile, placa la pulsazione calda , controlla il vomito bilioso, e se adoperato come bevanda o come Kohl, allevia l’itterizia.

L’estratto della parte fibrosa è anche ottimo come stimolante dell’appetito, costipa, e aiuta in casi di diarrea biliosa. L’estratto della parte fibrosa del cedro mitiga il desiderio della donna e allieva e perfino combatte macchie della pelle se usato come lubrificante. Cura l’herpes.

La parte fibrosa si adopera come rimedio per l’inchiostro, ne è prova il fatto che se depositato su abiti macchiati d’inchiostro, ne rimuove effettivamente la macchia. La parte fibrosa contenuta nell’Utrujj allevia e ha un effetto raffreddante, rinfresca il calore del fegato, rafforza lo stomaco, elimina la bile e la depressione che l’accompagna e perfino disseta.

I semi di Utrujj hanno un effetto decomponente e seccante. Ibn Masawaih disse a proposito dell’Utrujj:

“Quando la pelle del seme è rimossa, cotta e presa come bevanda con acqua calda, aiuta contro i veleni mortali, a patto che se ne bevano due misure, ciascuna di 25 grammi circa. I semi polverizzati aiutano se messi su una puntura (di insetto). I semi sono  costipanti e aggiungono un buon aroma al gusto. Molti dei suoi benefici sono presenti nella polpa.”

È stato anche detto che: “I semi aiutano contro le punture di scorpione quando se ne predano due misure con acqua calda, e anche quando polverizzati e posizionati sull’area affetta.” È stato anche affermato che: “I suoi semi aiutano contro tutti i tipi di veleno e tutti i tipi di punture velenose.”

È stato anche riportato che uno dei governanti persiani era adirato con i propri dottori e ordinò che venissero rinchiusi in prigione. Gli offrì di scegliere un unico tipo di alimento ed essi scelsero l’Utrujj. Gli fu chiesto:

“Perché avete scelto questo tipo di alimento in particolare?” Essi risposero: “Perché si trasforma in breve tempo in una sorta di profumo, la sua vista è piacevole, la sua buccia profumata, la sua polpa è un frutto, i suoi semi un antitodo e contiene grasso.”

In verità tale sostanza benefica merita di essere comparata alla migliore delle creazioni, intendendo il credente che recita il Qur’an. Si deve inoltre menzionare che alcuni dei Salaf amavano cucinare l’Utrujj perché la sua vista è piacevole e arreca conforto.

La fonte:

http://io-musulmana-italiana.blogspot.com