SJ Financial - шаблон joomla Joomla

 عربي - English - Deutsch - Française - Português - Español - - русский

Live Chat

Se volete fare qualsiasi domanda sull'Islam...

 come convertire all'Islam?

  Conoscere i passi di convertire all'Islam

×

Attenzione

JLIB_APPLICATION_ERROR_COMPONENT_NOT_LOADING

La barba è contro le infezioni da molte malattie

il ptofeta Mohammad (pace sia su di lui ) dice : " curate con attenzione i baffi e lasciate  la barba crescere influente " Muslim

Molti musulmani, forse la maggior parte, non portano la barba e capita spesso che proprio questi prendono in giro i musulmani che la portano. La barba è una benedizione di Iddio L’Altissimo.

Ci sono musulmani che sono convinti che la barba non sia obbligatoria, oppure dicono sminuendo “ma è solo Sunnah!”.

Ma come “è solo”? la Sunnah del nostro Profeta Muhammad (saw) non è di poca importanza, anzi, il Profeta ha detto che è tra gli obblighi di un musulmano.

Se cominciate una conversazione con un musulmano senza barba, o solo con i baffi, oppure con il pizzetto, questo potrebbe dirvi: “la barba non è la cosa più importante per un musulmano,

ci sono musulmani senza barba più bravi di chi la porta, e fra questi anche grandi recitatori del Corano”.

È vero, è una realtà, ma non bisogna farne ogni erba un fascio, pensando che tutti quelli che portano la barba non siano sinceri, e quindi prenderla come scusante per non portarla.

La cosa migliore è portare la barba e praticare in tutto (non solo nell’apparenza) l’Islam.

Ci sono alcune cose che appartengono alla sunnah e che sono obbligatorie ed altre che non lo sono,

la maggior parte dei sapienti ritiene un obbligo far crescere la barba e non tagliarla, una minoranza dice invece che è un atto riprovevole, odioso, tagliarla.

Le cose che spesso chi porta la barba si sente dire da altri:

“ ma tagliati quella barba! Come fai con questo caldo a sopportarla?!”.

La barba è contro le infezioni da molte malattie. Infiammazione causata dalla barba rasata.

I peli della barba in inverno riscaldano, in estate i peli si rinfrescano perché hanno un sistema di raffreddamento per evaporazione.

La barba quindi protegge dal caldo, si dice anche che aguzza la vista, ci protegge dalla miopia.

Allah non ha creato la barba per niente, forse per essere rasata? Se Dio voleva così, l’uomo con il viso liscio come un bambino, non avrebbe di certo creato la barba.

Tutto ha un suo perché. L’uomo inoltre deve differenziarsi dalla donna e non assomigliarle, come spesso accade.

“Tagliati quella barba, fai schifo!”

Questo perché il modello occidentale propone un uomo senza barba, sinonimo di pulizia, cura della propria persona.

L’uomo barbuto passa per trasandato, ovvio che il musulmano deve aver cura della barba: lavarla, pettinarla, profumarla.

Addirittura in certi posti di lavoro non ti assumono se non hai il viso completamente rasato, incredibile. E se poi hai la barba lunga? Peggio ancora…

“Sembri Bin Laden, stai male, tagliatela!”

Questo perché la barba lunga è associata al terrorismo, agli estremisti, è la campagna messa in atto per denigrare e disprezzare la barba, ma la barba la portavano tutti i Profeti, come Gesù (pace su di lui).

Ci sono alcuni sheikh che affermano che è permesso non portare la barba solo se si è oppressi, perseguitati, ed altri invece che dicono che anche di fronte a queste situazioni il musulmano DEVE portare la barba, e non portarla è debolezza.

“Avete nel Messaggero di Allah davvero un eccellente esempio per chi spera in Allah e nell’ultimo giorno, e che spesso ricorda Allah.” [Corano 33: 21]

“Prendete quello che il Messaggero vi dà e astenetevi da quel che vi nega e temete Allah: in verità Allah è severo nel castigo.” [Corano 59:7].

Importanza della barba negli hadith del Profeta Muhammad (saw):

1) “Il Messaggero di Allah ci ordinò di spuntare con cura i baffi ma di risparmiare la barba.” [Da Ibn Umar in Muslim hadith n. 449]

3) Il Messaggero di Allah (saw) disse: “Spuntate con cura i baffi e crescete la barba.” [Riportato da Abu Hurairah in Muslim, Hadith n. 501].

La fonte :

Mondoislam.altervista.org