SJ Financial - шаблон joomla Joomla

 عربي - English - Deutsch - Française - Português - Español - - русский

Live Chat

Se volete fare qualsiasi domanda sull'Islam...

 come convertire all'Islam?

  Conoscere i passi di convertire all'Islam

×

Attenzione

JLIB_APPLICATION_ERROR_COMPONENT_NOT_LOADING

Assalamu ‘alaykum wa rahmatu Allah wa barakatuh, molti riconvertiti all’islam o fratelli e sorelle non conoscono la lingua araba si chiedono la precisazione, se si può fare la preghiera in Italiano?

Cerchiamo di rispondervi…

E’ da notare che il Corano è la parola di Allah Sobhanahu wa ta’ALA, la sua recita stessa è cosa encomiabile.

Ciò è ovvio dal punto di vista spirituale. Il credente viaggia verso Allah tramite la sua parola santa. La sua parola è il cammino verso lui, qualcosa come il filo che conduce la corrente elettrica che illumina la lampada. Il viaggio verso Allah è dopo tutto lo scopo ultimo che ricerca il cuore. Questa parola divina fu all’origine rivelata in Arabo. Qualunque sia la traduzione, questa non sarà che una Traduzione Interpretativa, quindi una parola umana, e come tale, non potrà servire lo scopo di questo viaggio mistico.

Se hai abbracciato l’islam recentemente e non hai ancora avuto la possibilità di memorizzare nulla, puoi aiutarti di un libro o di un foglio per compiere la preghiera. Ma dovrai cessare questa pratica non appena avrai appreso gli elementi di base richiesti per il compimento della preghiera obbligatoria.

Il minimo richiesto da recitare in Arabo durante la preghiera comprende surat Al-Fatiha (L’Aprente) ed alcuni brevi versetti o sure, come le tre ultimi sure del corano ad esempio, oltre alle seguenti frasi:

“Subhana Rabbiya al-’Adhim” (Gloria al mio Signore l’Immenso) a dire tre volte durante l’inclinazioni (ruku’);

“Sami’a Allahu liman Hamidah” (Allah ascolta colui che lo loda) a dire nel momento in cui ci si rettifica dell’inclinazione;

“Rabbana wa Laka Al-Hamd” (O nostro Signore, a Te la lode) a dire dopo essersi rettificato;

“Subhana Rabbiya al-A’la” (Gloria al mio signore Altissimo) a dire tre volte durante le prosternazioni;

I saluti finali, chiamati tashahhud, al termine di due unità di preghiera, ed anche al termine delle preghiere prima del salam finale, che si può leggere in un libro.

TASHAHHUD:

ATTAHIYYATU LI -LLAHI WA S-SALAWATU WA T-TAYYIBATU ASSALAMU ‘ALAYKA AYYUHA N-NABIYYU WA RAHMATU -LLAHI WA BARAKATUHU WA S-SALAMU ‘ALAYNA WA ALA ‘IBADI LLAHI S-SALHIN ASH’ADU ALLA ILAHA ILLA -LLAH WA ASH’ADU ANNA MUHAMMADAN -ABDUHU WA RASULUHU

“Tutti i saluti appartengono ad Allah come tutte le preghiere e tutte le cose pure, che la pace sia su di te o Profeta come la misericordia di Allah e le Sue benedizioni! Che la pace sia su di noi e su tutti i servitori fedeli di Allah. Testimonio che non c’è Dio, se non Allah e testimonio che Muhammad è Suo Servo e Suo Inviato”.

ALLAHUMMA SALLI ‘ALA MUHAMMADIN WA ‘ALA ALI MUHAMMADIN KAMA SALLAYTA ‘ALA IBRAHIMA WA ‘ALA ALI IBRAHIM INNAKA HAMADUN MAJID

ALLAHUMMA BARIK ‘ALA MUHAMMADINWA ‘ALA ALI MUHAMMADIN KAMA BARAKTA ‘ALA IBRAHIMA WA ‘ALA ALI IBRAHIM INNAKA HAMADUN MAJID

“O Allah accorda la Tua clemenza a Muhammad e alla famiglia di Muhammad come la hai accordata ad abramo e alla famiglia di Abramo! In verità, Tu sei il Degno di ogni lode, il Glorioso”

“O Allah, benedici Muhammad e la famiglia di Muhammad come hai benedetto Abramo e la famiglia di Abramo! In verità Tu sei il Degno di ogni lode, il Glorioso”

Se ti senti incapace di dire queste frasi senza aiutarti di un libro, fai fino a che sei in grado di recitarle di memoria. È importante sapere che Dio non ci impone un carico superiore alla nostra capacità.

 

tratto da: musulmano.altervista.org